Convento Santuario di San Pio da Pietrelcina, 25/06/2018, s. Prospero

I Superiori Locali
Padre Damaso da Sant'Elia a Pianisi

Al secolo Antonio Biunno, nacque il 29 novembre 1889. Uomo di preghiera, esercitò il suo sacro ministero con semplicità, umiltà, cortesia e cordialità. Educò igiovani al vecchio rigore con fare signorile. Fu superiore del convento di San Giovanni Rotondo dal26 agosto 1941 al 21 dicembre 1944. Aveva ria conosciuto Padre Pio nel 1904 quanao, dal noviziato, giunse a Sant'Elia a Pianisi. Notò subito che Fra Pio era una persona differente dagli altri: era amabile, sapeva dire sempre una parola buona e suggeriva consigli in modo molto dolce. Lo ritrovò, anni dopo, a San Marco la Catola e stette con lui qualche mese. Qui scoprì che Padre Pio, tra i vari carismi, aveva anche il dono delle lagrime. Fu testimone di alcune profezie del Servo di Dio, che puntualmente si verificarono, e di singolari gesti di carità fraterna, che annotò su nove pagine dattiloscritte dal titolo Ricordi su Padre Pio. Sopportò in continua preghiera e con lodevole pazienza, le atroci sofferenze seguite all'amputazione aegli arti inferiori. Morì a Campobasso il 6 giugno 1970.


Nell'assistere alla santa messa rinnova la tua fede e medita quale vittima s'immola per te alla divina giustizia per placarla e renderla propizia. Non allontanarti dall'altare senza versare lagrime di dolore e di amore per Gesù, crocefisso per la tua eterna salute (LdP,66). Quando stai bene , la messa l'ascolti. Quando stai male, e non puoi assistervi, la messa ladici(AP).

Ultime Notizie

Il Perdono del Gargano

Un cammino penitenziale lungo circa 25 km unirà Monte Sant'Angelo a San G...

Lutto nell’arcidiocesi per la morte di Mons. Michele CASTORO

Arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo   COMUNICATO STAMP...

Pasqua 2018

  «NON VI SPAVENTATE! VOI CERCATE GESÙ, IL NAZARENO, CHE ...