Convento Santuario di San Pio da Pietrelcina, 06/08/2020, trasfigurazione del Signore

Archivio
Avvento 2010

"...il tempo dell'attesa"

L’esperienza che accomuna ogni uomo è il senso dell’attesa.

Ogni giorno si attende qualcuno, qualcosa. L’ingrediente tipico che condisce il nostro vivere che dona sapore alle mille sfaccettature della vita è l’attendere. A volte è un senso positivo, a volte negativo, ma pur sempre attesa. I volti limpidi e gioiosi dei bambini attendono avidi e generosi l’affetto dei propri genitori, nelle piccole cose che si traducono in attenzione, coccole, infinito amore di donazione. Gli occhi pensosi dei genitori attendono la realizzazione dei propri piccoli; i volti degli anziani, segnati dal tempo aspettano eventi nuovi che significano la stagione più delicata della loro esistenza. I giovani desiderano il perpetuarsi di un tempo forse spensierato, ma pur sempre attendono. Nella semplice prospettiva elencata, ben si accorda una breve riflessione sull’avvento, appunto, tempo dell’attesa.

Ricomincia il pellegrinaggio del nostro essere al Mistero di Cristo, un camminare sempre nuovo che promette orizzonti nuovi, un tempo carico di attese e di speranze, come il vivere quotidiano. D’altronde come ogni sforzo fisico, il passo genera fatica che cristallizza le energie del vivere e il cammino diventa pesante e sembra quasi che le tante aspettative non approdino a nulla. L’avvento ci indica la via, ci ridesta dalla sonnolenza delle ingessate abitudini, ci invita a intraprendere con slancio la marcia verso il Signore che viene, solo in Lui, potremo trovare rifugio, speranza e la risposta ai “perché”. Apriamo il cuore alla luce del Signore e solo quando culleremo il Divin Infante nel nostro “io”, festeggeremo veramente il Natale!.

 

allegato : "manifesto dell'evento"


Principalmente devi insistere sulla base della giustizia cristiana sul fondamento della bont├á, sulla virt├╣, di cui esplicitamente si porga a modello, voglio dire: l'umilt├á. Umilt├á interna ed esterna; pi├╣ interna per├▓ che esterna; pi├╣ sentita che dimostrata; pi├╣ profonda che visibile. St├Čmati qual sei in verit├á, un nulla, una miseria, una debolezza, una fonte di perversit├á senza limiti ed attenuanti, capace di convertire il bene in male,di attribuirti il bene e giustificarti nel male e per amore dello stesso male, di disprezzare il sommo Bene. Non ti compiacere mai di te stessa per qualunque bene ptu possa in te scorgere, perch├ę tutto ti viene da Dio, ed a lui danne l'onore e la gloria e tu non ti devi aspettare se non la remunerazione di tal bene (AP).

Ultime Notizie

Solennità di Santa Chiara 2020

Programma dell'evento Novena        &nbs...

Emanato l’Editto per la beatificazione di fr. Modestino da Pietrelcina

L’arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, ...

Fr. Maurizio Placentino riconfermato ministro provinciale

Sarà fr. Maurizio Placentino a guidare, come ministro, la Provincia relig...

I nuovi orari di apertura e Sante Messe - Chiesa Santa Maria delle Grazie

 Nuovi Orari Sante Messe e visita al Santuario dal 6 giugno 2020   S...

Via Crucis per implorare la misericordia divina

Si è svolta venerdì 13 marzo nella Chiesa di Santa Maria delle Gra...

SUPPLICA A SAN PIO DA PIETRELCINA

 O glorioso Padre Pio, quando ci hai costituiti Gruppi di Preghie...

La Chiesa di San Pio da Pietrelcina

La Chiesa di san Pio da Pietrelcina è stata fortemente voluta dai frati ...