Convento Santuario di San Pio da Pietrelcina, 26/03/2017, s. Emanuele

Diaconia del culto
La Via Crucis

Dopo l'inaugurazione della Casa Sollievo della Sofferenza (1956) e la consacrazione del Santuario di Santa Maria delle Grazie (1959) padre Pio e i suoi confratelli decisero di collocare ai piedi del Monte Castellano una nuova Via Crucis, più comoda e raccolta di quella realizzata anni prima lungo il viale che conduce al convento. Quando questa idea iniziò a prendere forma, il santo del Gargano ebbe a dire: " tra le tante cose belle questa è sicuramente una delle più belle", ed in maniera quasi profetica, il giorno prima della sua morte (22 settembre 1968), ne benedisse la prima pietra.

Ben presto quindi il pio esercizio della Via Crucis diventa caratterizzante del pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, tanti i pellegrini che salgono giornalmente il Monte Castellano per ripercorrere la via dolorosa che eccezionalmente qui, accanto alle 14 stazioni della tradizione classica si concludono con una innovativa 15° stazione, quella della Resurrezione.

- Ogni venerdì di Quaresima, chiesa "Santa Maria delle Grazie", ore 20.45;

- tutti i venerdì di settembre, mese legato alla stimmatizzazione di san Francesco (17 settembre) e di san Pio da Pietrelcina (20 settembre), chiesa all'aperto "San Pio da Pietrelcina", ore 20,45;

- in qualunque giorno, a cura dei gruppi. Lungo il percorso predisposto sul monte Castellano (Via Crucis monumentale) dalle ore 6,00 (sia d'inverno che d'estate), alle ore 16,45 (ora solare) o 18,45 (ora legale). L'accesso per i disabili è anticipato 15 minuti rispetto agli orari di chiusura previsti.


La vita un Calvario; ma conviene salire allegramente: Le croci sono il monile dello Sposo ed io ne sono geloso. Le mie sofferenze sono piacevoli. Soffro solo quando non soffro ( CE, 22 ).

Ultime Notizie

Casa Papa Francesco

COMUNICATO STAMPA 1/2017Arriveranno martedì 7 marzo, all'aeroporto di ...

Quaresima 2017

QUARANT’ORE EUCARISTICHE 2017   Domenica 26 febbraio Dopo la ce...